Titolo: Tragedia sfiorata a San Sosio
data inserimento : 20/06/2003 12:00:19
Autore : LombardiGL.

Ha rischiato di essere travolta, mentre si trovava a bordo del suo motorino e stava uscendo dal cancello di casa, da un furgoncino che transitava in localit? San Sosio a velocit? spropositata.
E’ accaduto, l’altro pomeriggio, ad una giovane ragazza residente nella contrada: il dramma ? stata solo sfiorato, per la scaltrezza della giovane e perch? il conducente del furgone, all’ultimo momento, ? riuscito ad evitarla.
Ma quello che ? accaduto ? l’ennesimo segnale della pericolosit? del tratto urbano di via Gaeta, dalla localit? fino alle : da queste colonne abbiamo pi? volte segnalato la problematica, raccogliendo le proteste, soprattutto, delle persone residenti.
Gli amministratori castresi, dal canto loro, pur non esternando pubblicamente le rispettive posizioni, starebbero in questi giorni battagliando furiosamente intorno ad un argomento che potrebbe sembrare banale ma che invece, evidentemente, banale non ?; l’acquisto di un autovelox, cos? da dotare la Polizia Municipale di uno strumento che forse sarebbe l’unico deterrente valido.
L’amministrazione provinciale, ente che ha ereditato la gestione della strada dall’Anas, ha fatto a San Sosio quello che poteva: le bande rumorose, la segnaletica verticale e luminosa. Pare peraltro che la stessa segnaletica verr? installata anche alla .
Ma appare evidente che non basta. Lo dicono i fatti, per ultimo quello accaduto alla giovane ragazza di San Sosio.