Titolo: Il capriccio degli dei...
data inserimento : 01/03/2008 12:34:13
Autore : mastroweb

Il capriccio dei nuovi DEI

Oggi dovevano terminare per sempre le ultime due corse COTRAL che collegavano Castro centro a Frosinone, doveva essere tagliato questo flebile cordone ombelicale corto 3 km che ci faceva sentire ?parte? dal servizio di trasporti regionale.
La morte di questi tratto di 3 km, era stata decisa da un capriccio di un funzionario qualsiasi, perch? togliere 3 km da una corsa pubblica e lasciare a piedi 20 studenti e il resto del paese, 350 anime paganti regolarmente le tasse, pu? essere classificato benevolmente solo come un capriccio.
Non pi? di una settimana fa c?? stata una riunione ufficiale con gli amministratori, tra i quali si ? particolarmente distinto Normalenti che ha cercato in tutti i modi di far ragionare la dirigenza COTRAL, che decretava l?indisponibilit? della azienda stessa di rivedere le sue decisioni e fissava il termine perentorio del fine servizio oggi 1 marzo. L?amministrazione tutta, a mio giudizio troppo arrendevole in questo frangente, si dimostrava sollecita a convincere la ditta che effettua trasporto urbano a ?sostituire? in qualche maniera il servizio che veniva a mancare, con un aggravio comunque di spese per il cittadino perch? quei tre km di corsa urbana presuppongono un abbonamento urbano o altre soluzioni che prevedono comunque un esborso maggiorato per le famiglie e, probabilmente, ulteriori disagi di orario.
In ogni caso, strascichi a parte, tutto ormai era archiviato. I soliti piagnistei, le solite proteste, qualcuno direbbe: il solito vittimismo, discussioni sul nostro forum? ma ? tutto era compiuto?
Forse?

Indovinate un po??
Ieri sera mia figlia (una dei poveri ragazzi ?abbandonati? dal servizio pubblico): - Mi ha detto M. che gli ha detto M. che ha parlato con un?autista che le corse non le levano pi?? -
Grandioso! Una cacatina detta cos?, di traverso, a cena, che se fosse vera annullerebbe e renderebbe quasi ridicole tutte quelle chiacchiere, proteste, arrabbiature, strilli, minacce d?avvocato fatte sull?argomento?
Se cos? fosse, la situazione sarebbe ancor pi? tragica, anzi, comica.
Siamo caduti in basso, ma veramente in basso, basso,basso,basso! Riusciamo a trasformare in barzelletta pure le cose molto serie?
I capricci degli dei dell?Olimpo, impallidiscono di fronte ai capricci dei nostri nuovi dei: funzionari dello Stato, politici, capideposito, dipendenti regionali?
Ma, per la miseriaccia, almeno gli dei dell?Olimpo non costavano niente, lavoravano gratis?.
Chi sono i ?registi? di questa nuova puntata? Chi ? che mosso a compassione, con uno schiocco di dita ha rimesso ?a posto? tutto? Quale ? il dio dell?Olimpo di turno che dobbiamo ?ringraziare??
Ma? non ? che? forse? si avvicinano le elezioni?

Ma dai, sto scherzando, che vuoi che una cosa molto importante come questa venga comunicata cos?, la sera prima, col passaparola di ragazzini, come un pettegolezzo. Certamente si tratta di un scherzo come ci? che ho scritto finora. Mmmmm, per? non ? il primo aprile, ? il primo marzo.

Ercole De Angelis