Titolo: L'ultimo saluto a Veniero
data inserimento : 03/01/2007 09:56:22
Autore : IannucciS.

CASTRO DEI VOLSCI - E? morto Veniero Droghei, stimato dipendente comunale ed apprezzato animatore della vita sociale del paese. I funerali si sono celebrati ieri pomeriggio nella Chiesa di Madonna del Piano, alla presenza del sindaco Tonino Borsa, dei consiglieri comunali e di centinaia di cittadini. Commovente l?estremo saluto in una giornata che doveva essere di festa, ma che ha segnato a lutto l?intera cittadina di Castro dei Volsci. Veniero ? morto a 54 anni, stroncato dalla malattia quando ormai mancava poco ad un trapianto che gli avrebbe salvato la vita. Lascia la moglie ed una figlia 23enne, oltre alla ?famiglia? del Comune di Castro dei Volsci, dove lavorava all?ufficio anagrafe. Era conosciuto da tutti per il suo lavoro alla delegazione comunale, ma anche per le attivit? intraprese in campo sociale e sportivo. Appassionato di calcio fin da ragazzo ha allenato centinaia di giovani, togliendoli dalla strada e offrendo loro l?opportunit? di crescere insieme e socializzare. I pi? anziani lo ricordano anche a Radiolina, una delle radio libere degli anni ?70 in onda dal centro storico castrese; la radio ha rappresentato per un periodo il punto di riferimento di giovani ed anziani del paese.
Il parroco don Santino, durante il funerale ha ripercorso la vita del defunto. ?Era un uomo buono e giusto - ha spiegato - e le porte del paradiso gli sono aperte?. Alla cerimonia ha partecipato anche il sindaco Tonino Borsa, con la fascia tricolore ed il gonfalone del Comune. Questo il saluto del primo cittadino: ?Caro Veniero ti mandiamo un abbraccio da parte di tutti gli amministratori e i dipendenti comunali. Ricordiamo le tue doti di grande uomo, sempre disponibile ed attento alle esigenze della popolazione. Ricordiamo anche le tue attivit? sportive. Ti mandiamo un grande abbraccio per quello che hai fatto, per come ti sei speso per i tuoi concittadini, che non si dimenticheranno di te. Ciao Veniero, un giorno ci rincontreremo...?. Concluso il rito religioso, la bara ? stata portata in precessione al cimitero comunale. A rendergli l?estremo saluto anche il comandante dei vigili, Elisa Lonoce, che ha aperto il corteo con l?auto d?ordinanza, seguita dai famigliari e dalle autorit? civili e religiose.

Ciociria Oggi, 2 gennaio 2006, Stefano Iannucci