Titolo: Palombi: Presto i lavori per il ponte Santa Maria
data inserimento : 18/08/2006 13:22:25
Autore : IannucciS.

CASTRO DEI VOLSCI ? Ponte Santa Maria in Salice: presto l?inizio dei lavori. Ad assicurarlo ? il consigliere provinciale di Alleanza Nazionale Claudio Palombi, membro della commissione lavori pubblici dell?ente di Piazza Gramsci.
?Il ponte Santa Maria ? ha dichiarato Palombi - chiuso al traffico da marzo 2005, sar? presto restituito ai cittadini di Castro dei Volsci e Ceprano, in questi lunghi mesi penalizzati dalla chiusura di un?importante strada di collegamento tra i due paesi. Sono stato rassicurato ? ha aggiunto - che entro pochi giorni la ditta appaltatrice inizier? a lavorare sul progetto per il nuovo ponte sul Fiume Sacco, che sorger? a pochi metri dalla vecchia struttura?. Claudio Palombi ha seguito in commissione lavori pubblici il lungo iter per l?inizio dei lavori, informando periodicamente sull?attivit? dell?Amministrazione provinciale. Manca ormai poco per l?apertura del cantiere e Claudio Palombi pu? considerarsi soddisfatto. La sua prossima battaglia politica ? per i cittadini che hanno subito danni dall?improvvisa interruzione del ponte. ?In commissione lavori pubblici della Provincia, cos? come nel consiglio comunale di Castro dei Volsci ? ha spiegato ? ho sollecitato pi? volte l?approvazione di un provvedimento per risarcire i danni agli agricoltori della zona, rimasti penalizzati dalla chiusura del ponte. Basta considerare ? aggiunge ? che per recarsi dall?altra parte del ponte, dove spesso gli agricoltori hanno le terre coltivate, ? necessario allungare di molti chilometri?. Per questo, il consigliere chiede che sia approvato un provvedimento per rimborsare economicamente le persone che hanno subito i danni pi? rilevanti. Riguardo ai lavori ormai imminenti, Palombi ha assicurato: ?Cos? come ho seguito da vicino tutto l?iter fino alla consegna del cantiere, ora continuer? a vigilare affinch? la ditta appaltatrice completi l?opera nei tempi previsti dal progetto?.

Ciociaria Oggi, 18 agosto 2006, Stefano Iannucci