Titolo: Disagi per il trasferimento della dott.sa Tellina
data inserimento : 16/12/2005 08:52:03
Autore : IannucciS.

Ancora bufera nel Medical Castro, poliambulatorio dove lavorano i medici di famiglia del paese. Dopo le proteste per il trasferimento del centro medico da Via Carnevale a Via del Formello, i cittadini sono ora costretti a nuovi disagi.
Nei giorni scorsi la dottoressa Anna Tellina ? stata trasferita presso la Asl di Frosinone, lasciando senza assistenza medica quasi mille persone. Il trasferimento, sebbene nell?aria da diverso tempo, ha colto di sorpresa decine di persone, che in questi giorni si sono presentate nel poliambulatorio di Madonna del Piano. Per tamponare provvisoriamente il problema, gli altri tre medici hanno assicurato l?assistenza gratuita anche ai pazienti della dott.sa Tellina. Rimangono tuttavia i timori per una situazione difficile da risolvere.
Tutti coloro che erano registrati con la dottoressa Tellina, infatti, per ottenere l?assistenza gratuita dovranno iscriversi nelle liste dei pazienti degli altri tre medici di famiglia. I regolamenti in materia, per?, fissano un limite massimo per ogni medico pari a 1500 pazienti. Superato questo numero, i dottori non sono autorizzati ad accettare ulteriori iscrizioni. In pratica, chi rimane fuori dagli elenchi dei dottori De Padua, Migliori e Loffredi, deve scegliersi un medico di famiglia al di fuori del Comune di Castro dei Volsci.
Secondo le stime che circolano in questi giorni, circa 200 persone rimarrebbero fuori dalle liste e sarebbero costrette a scegliere un medico che presta servizio in un altro comune, all?interno del distretto sanitario B, che comprende ventidue paesi della provincia.
La soluzione alternativa ci sarebbe, ma ? difficile da attuare: un medico che ora presta assistenza in un altro comune, dovrebbe farsi avanti ed esprimere la propria disponibilit? a prestare l?assistenza medica, uno o pi? giorni la settimana, direttamente a Castro. In caso contrario, la Asl potrebbe fare poco, visto che l?assistenza sanitaria ai duecento cittadini fuori dalle liste dei medici castresi ? comunque assicurata all?interno del distretto sanitario di competenza.
Se per la burocrazia tutto ? in regola, diverso il parere degli assistiti. Se un nuovo medico non si trasferir? in paese, i disagi per i pazienti non saranno pochi. In questo caso, per raggiungere il proprio medico di famiglia, ci si dovr? spostare in macchina e percorrere diversi chilometri. Questa soluzione, soprattutto per gli anziani, significherebbe la fine della loro autosufficienza. Se oggi in tanti utilizzano il servizio di trasporto pubblico urbano per raggiungere il poliambulatorio di Madonna del Piano, in futuro questo non sar? possibile per i duecento sfortunati che non avranno trovato posto negli elenchi dei tre medici di famiglia.
Un?altra soluzione, secondo il dottor Loffredi, ? ancora possibile: la Asl dovrebbe autorizzare i medici di Castro a sforare i 1500 iscritti, permettendo a tutti di avere assistenza medica direttamente in paese. Vedremo nei prossimi giorni come evolver? la situazione.

Fonte, Ciociaria Oggi - Stefano Iannucci