Titolo: Bufera per il Medical Castro
data inserimento : 11/12/2005 12:05:33
Autore : IannucciS.

CASTRO DEI VOLSCI ? Divampano le proteste in paese per il trasferimento da Via Carnevale a Largo Vignoli del Medical Castro, il centro medico dove prestano servizio i tre medici di famiglia del Paese. Nonostante i dottori ritengano la struttura inaugurata da pochi giorni all?avanguardia per comodit? e servizi offerti, molti pazienti si sono lamentati per la presenza di tre rampe di scale, che impediscono l?accesso al poliambulatorio alle persone con difficolt? motorie.
Altro problema evidenziato ? la mancanza di un parcheggio riservato agli assistiti, costretti a lasciare l?autovettura lontano dal centro medico e percorrere a piedi lunghi tratti di strada. ?Problemi incompatibili ? fanno notare in molti ? con la condizione di malato che caratterizza le persone che si recano dal medico di famiglia?.
Nella vecchia sede i pazienti avevano a disposizione un piccolo parcheggio riservato, oltre ad una rampa d?accesso che permetteva di raggiungere l?ambulatorio anche con la sedia a rotelle.
Nella sede di Largo Vignoli, comprata a spese dei tre medici di famiglia, questo non ? stato possibile, per problemi ?strutturali? dell?edificio e i malumori delle persone c?hanno messo poco a divampare. Anche sul forum del sito internet del paese, www.castrodeivolsci.it, in molti si sono lamentati ed ora si cerca di organizzare una manifestazione di protesta per chiedere la realizzazione di un ascensore che permetta agli anziani e ai disabili di evitare le tre rampe di scale.
Diverso il parere di uno dei tre medici di famiglia, il dott. Loffredi, che interpellato sull?argomento, ha spiegato: ?Le persone con problemi motori non devono avere paura, il nostro contratto ci obbliga ad assisterli a domicilio ed ? nostra intenzione fare ci?. Per quanto riguarda la costruzione di un ascensore ? riferisce Loffredi ? in tanti l?hanno chiesto, ma vorrei far notare che abbiamo speso molti soldi per l?acquisto dei nuovi locali e non ce la sentiamo di spendere altri 60.000 euro per l?ascensore. Molti ambulatori ? continua il medico - sono collocati ai piani alti degli edifici, senza che sia presente nessun ascensore. Era cos? fino a qualche anno fa anche con il dottor De Padua e nessuno si era mai lamentato. Per questo non capisco le polemiche di questi giorni, considerando che il nostro centro ? all?avanguardia per confort e servizi offerti, rispetto alla piccola sede dove prima lavoravamo. Sono gli stessi rappresentanti farmaceutici a riferircelo. Loro girano tutta la provincia e si sono complimentati per il nuovo centro medico. Infine ? conclude Loffredi ? faccio notare che sono veramente pochi gli ambulatori che garantiscono, come facciamo noi, la copertura medica dalle 9 di mattina alle 7 di sera, grazie all?accordo per la medicina di gruppo?.
Insomma, sebbene alcuni pazienti troveranno sicuramente fastidioso dover salire le scale, il nuovo poliambulatorio, moderno e confortevole, a lungo andare sar? sicuramente apprezzato da tutti i cittadini. Anche perch?, lo stesso dott. Loffredi, ha riferito: ?Per il momento l?ascensore non ? previsto, ma nel prossimo futuro potremo anche pensare di realizzarlo?.

Fonte, Ciociaria Oggi, Stefano Iannucci