Titolo: BORSA - MOSCATO, E' GUERRA
data inserimento : 08/10/2005 18:52:50
Autore : IannucciS.

DICHIARAZIONI EX SINDACO SUL SERVIZIO MENSA:

Castro dei Volsci ? L?ex Sindaco Tonino Borsa, dopo le proteste di alcuni genitori per l?aumento del prezzo del servizio mensa della scuola materna, ha rilasciato una serie di dichiarazioni in difesa dei cittadini, costretti a pagare 0,84 euro in pi? per ogni singolo buono pasto. ?Quest?anno, ha dichiarato Borsa, andava in scadenza il contratto con la Cooperativa Saccocci e la nostra Giunta aveva intenzione di ricondurre sotto la gestione diretta del Comune il servizio di refezione scolastica. In questo modo, non solo i prezzi non sarebbero aumentati, ma avremmo potuto benissimo abbassarli. Tutti ci? semplicemente impiegando alcuni lavoratori socialmente utili che, sapevamo, avevano le opportune esperienze professionali. Peccato, ha concluso l?ex amministratore, che non abbiamo avuto il tempo per mettere in pratica il nostro programma?. Borsa vuole rispondere anche alle dichiarazioni della dott.sa Moscato, Responsabile dei servizi scolastici: ?Senza spirito di polemica, vorrei ricordare che se non si vogliono aumentare i prezzi, quando si fa una gara d?appalto ? possibile fissare un costo fisso al ribasso. Come ex Giunta avevamo previsto un certo budget da destinare al servizio mensa, per evitare aumenti bastava prevedere che le ditte interessate potevano fare offerte solo al di sotto di un certo prezzo?. Per quanto riguarda il rinvio del servizio mensa, Borsa fa notare: ?In quattro anni d?amministrazione, i cittadini possono facilmente confermarlo, non c?? stato mai un ritardo di questo tipo, n? per la mensa, n? per il trasporto scolastico. In ogni modo, conclude l?ex primo cittadino, faccio notare che il rinvio del servizio non ? stato causato da una nostra dimenticanza, ma dal ritardo con cui ? intervenuto il Comune dopo la nostra sfiducia. L?intervento di circa 2000 euro che ora l?Ufficio tecnico sta eseguendo nel centro cottura, infatti, poteva benissimo essere fatto prima dell?inizio della scuola, evitando inutili ritardi?.
Le polemiche, per?, in questi giorni continuano anche per il servizio trasporto scolastico. Il Comune, infatti, ha deciso di revocare la concessione in comodato d?uso di un pullman alla ditta che gestisce il trasporto pubblico urbano, la Castro tour snc. Stando al contratto di servizio firmato con il Comune, la Castro tour deve effettuare cinque corse urbane ma, grazie al pullman messo a disposizione dall?ente, poteva potenziare il servizio con una sesta corsa, destinata anche al trasporto scolastico. Da quest?anno, per?, il Comune non concede pi? il pullman supplementare e la ditta che gestisce il trasporto urbano ? stata costretta a ridimensionare il servizio offerto, con le inevitabili proteste da parte dei cittadini. Nei prossimi giorni vedremo come va a finire anche questa ?controversa? vicenda.
---------------------------------------------------------
REPLICA DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DOTT.SA MOSCATO

Dopo le dichiarazioni dell?ex Sindaco Tonino Borsa sull?aumento del costo del servizio mensa per la scuola materna e i ritardi per l?inizio del servizio stesso, il Comune di Castro, con una nota firmata dal Responsabile Servizi Scolastici, dott.sa Moscato, ha rilasciato le seguenti informazioni con le quali risponde, punto su punto, a quanto dichiarato da Borsa.
Per quanto riguarda l?intenzione dell?ex Amministrazione comunale di voler affidare il servizio mensa agli lsu, cos? come sostenuto dall?ex Sindaco pochi giorni fa, la dott.sa Moscato precisa: ?Nei bilanci passati e nel bilancio di quest?anno non sono mai stati posti i presupposti organizzativi per una gestione diretta del servizio di refezione della scuola materna con l?utilizzo dei lavoratori socialmente utili. I relativi fondi sono stati infatti previsti nell?intervento prestazioni di servizi?.
Riguardo alle dichiarazioni dell?ex primo cittadino sulla necessit? di fissare un prezzo base d?asta pi? basso, per evitare aumenti ai cittadini, il funzionario del comune spiega: ?Il prezzo a base di gara mediante asta pubblica, con il criterio dell?offerta economicamente pi? vantaggiosa, ? stato stabilito con ricerca di mercato nell?ambito provinciale?. Mentre, per il ritardo sull?inizio del servizio, la dott.sa Moscato scrive: ?Il ritardo di cinque giorni nell?erogazione del servizio di refezione scolastica ? dovuto esclusivamente ai ritardi dell?Ufficio Tecnico comunale che soltanto in data 27 settembre 2005 ha rilevato con nota scritta che per i locali cucina e deposito della scuola materna occorreva effettuare i lavori di manutenzione straordinaria sugli impianti elettrici esistenti?. Anzi, secondo la versione del funzionario, ?si precisa che da mesi il Responsabile dei Servizi Scolastici aveva chiesto al Responsabile dell?Ufficio Tecnico la documentazione inerente l?agibilit? e l?idoneit? della scuola materna e relativi impianti con rispondenza a tutti i canini di sicurezza previsti dalle vigenti normative in materia?. Documenti che, evidentemente, sono arrivati troppo in ritardo.
Sul problema sollevato dal nostro quotidiano, inerente la soppressione di una corsa giornaliera destinata al servizio trasporto urbano, questa ? la versione ufficiale del Comune: ?Agli atti d?ufficio non risulta nessuna concessione in comodato d?uso di scuolabus alla Castro Tour snc e di conseguenza nessuna revoca. Il vigente contratto tra il Comune e la Castro Tour snc sul servizio di trasporto pubblico locale ha sempre previsto cinque corse urbane?. E? vero, per?, che fino allo scorso anno scolastico la Castro Tour serviva il territorio comunale con sei corse giornaliere, integrando il servizio con un pullman del Comune. Perch?, allora, questa incongruenza con i documenti ufficiali? La dott.sa Moscato ha ritenuto opportuno non rispondere.
---------------------------------------------------------------

Fonte, Stefano Iannucci, CIOCIARIA OGGI 7 e 8 ottobre 2005